Chi sono

Matteo Maienza, dopo aver studiato pianoforte classico e moderno intraprende un percorso di sperimentazione con batteria, pianoforte e percussioni collaborando con diverse formazioni di musica moderna nel territorio laziale, tra cui La Guerra delle Formiche per cui incide l’omonimo LP. Si diploma presso l’Università degli Studi della Tuscia con una tesi sul Futurismo musicale. La passione per la ricerca del potenziale creativo dell’improvvisazione al pianoforte si concretizza nel 2009, vincitore di Borsa di Studio con il progetto “Applicazione della Libera Improvvisazione nel protocollo del Metodo Snoezelen® ” si specializza in Musicoterapia presso il Conservatorio E.F.Dall’Abaco di Verona.

La sua esperienza è principalmente legata alla disabilità, alle forme di comunicazione alternative alla parola, all’osservazione e l’interpretazione dei linguaggi non-verbali. Utilizza il suono, la voce, gli strumenti musicali come la chitarra il pianoforte o le percussioni per incentivare le relazioni e migliorare la consapevolezza di sé nel qui ed ora. Ha collaborato a lungo con famiglie e con centri per la cura delle gravi disabilità e i Disturbi dello Spettro Autistico, tra cui il Giardino di Filippo, a Viterbo e il centro d’Integrazione Zahrada di Praga.

Attualmente lavora come musicoterapeuta per la cura di demenze e Alzheimer presso l’Azienda Sanitaria di Firenze.