Improvvisazione clinica in musicoterapia

La differenza tra improvisazione musicale e improvvisazione clinica potrebbe essere una questione meramente stilistica?

Un importante contributo alla comprensione del concetto di improvvisazione clinica è stato elaborato dalla Prof.ssa Mercedes Pavlicevic ( 1 Maggio 1955 – 4 Giugno 2018) che in un esperimento condotto con degli ascoltatori non vedenti ci ha permesso di cogliere alcune peculiarità stilistiche e differenze tra l’improvvisazione musicale e l’improvvisazione clinica.

Leggi tutto “Improvvisazione clinica in musicoterapia”

Musica e Sindrome di Rett

Tra le terapie ausiliari per la Sindrome di Rett la musicoterapia riveste un ruolo importante in quanto oltre ad essere un importante supporto educativo è anche una fonte di gioia e benessere. La musica promuove una relazione tra terapeuta e paziente basata sulla comunicazione non-verbale e mira a favorire la la produzione spontanea di suoni, come la vocalizzazione, e di movimenti associati ad un ritmo condiviso. Tuttavia, possiamo distinguere due tipologie di intervento musicoterapico: la metodologia basata sull’ improvvisazione di musica attiva, ovvero la produzione libera e spontanea di suoni; e la musicoterapia cosiddetta recettiva, ovvero l’utilizzo di suoni, musiche e vibrazioni, principalmente a basse frequenze, volte a stimolare una determinata reazione nell’individuo che, comunque, non si trova in uno stato di passività. Leggi tutto “Musica e Sindrome di Rett”

Musicoterapia a Cavallo*

Tenendo conto della complessità che ruota attorno ai disturbi dello sviluppo abbiamo elaborato un programma infra-disciplinare per favorire un tipo di relazione non invasiva di carattere pedagogico e riabilitativo per l’Autismo e i Disturbi dello Spettro Autistico.  L’obiettivo principale del nostro lavoro è stato quello di stimolare il benessere psichico e sensoriale del bambino grazie alla particolare interazione tra il movimento, il suono e il tatto che si può sperimentare durante una seduta di musicoterapia a cavallo (Hypo-Muzik). Questa tecnica è stata elaborata in sinergia con due importanti centri educativo-riabilitativi: Il Giardino di Filippo di Viterbo e il Centro di Integrazione Zahrada di Praga e ci ha permesso di raggiungere importanti obiettivi sia sul piano cognitivo che su quello fisiologico, in particolare per quanto riguarda la qualità della postura, l’incremento dell’attenzione e del tempo di permanenza nella seduta di riabilitazione equestre. Leggi tutto “Musicoterapia a Cavallo*”